news
Proprietà fondiaria, “necessario un maggiore riconoscimento del ruolo svolto per la salvaguardia e la tutela del territorio”
16/05/2019

Proprietà fondiaria, “necessario un maggiore riconoscimento del ruolo svolto per la salvaguardia e la tutela del territorio”

IL CONVEGNO NELLA SEDE DI CONFAGRICOLTURA BRESCIA

Proprietà fondiaria, “necessario un maggiore riconoscimento del ruolo svolto per la salvaguardia e la tutela del territorio”

Un approfondimento con il direttore di Federfondiaria e due candidati alle elezioni europee. In Italia il 45% delle terre agricole è affittato, in Lombardia la percentuale sale al 65%

La sede di Confagricoltura Brescia ha ospitato ieri pomeriggio il convegno “Proprietà fondiaria e territorio” organizzato dal Sindacato Proprietari terre affittate (Pta) per un confronto con gli esperti del settore, anche in vista delle prossime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo.
Giovanni Garbelli, presidente di Confagricoltura Brescia, introducendo i lavori ha sottolineato come “sia necessario un confronto costruttivo con la proprietà fondiaria per definire rapporti equi e costruttivi con le aziende affittuarie”.
Bartolomeo Rampinelli Rota, presidente del Sindacato provinciale dei Proprietari terre affittate, aderente a Federfondiaria, ha ricordato come “la proprietà fondiaria riveste un ruolo essenziale nella salvaguardia e nello sviluppo del territorio a cui va dato un maggiore riconoscimento ed è indispensabile quindi rinsaldare l'interlocuzione con le istituzioni dell'Unione Europea sulle molte questioni che interessano i proprietari di fondi rustici, a partire dalla Politica agricola comune fino alla definizione di un quadro normativo comune sulla tutela della proprietà. La presenza del Sindacato dei Pta all'interno di Confagricoltura Brescia, una provincia ad alta vocazione agricola – ha continuato Rampinelli Rota -, consente alla nostra organizzazione di rappresentare effettivamente l'intero sistema agricolo per il quale il contratto di affittanza agraria è uno dei principali strumenti produttivi”.
Il principale ruolo del sindacato Pta, come è stato ricordato ieri, è quello della rappresentanza della proprietà rurale nell’attività di assistenza sindacale e più in generale di promozione di iniziative volte alla salvaguardia della proprietà rurale in ogni sede istituzionale sotto l'aspetto economico, tecnico e sociale.
Antonio Oliva, direttore nazionale e regionale di Federfondiaria, ha riassunto i principali dati Istat del settore, ricordando come in Italia il 45% delle terre sia in affitto, percentuale che in Lombardia arriva a toccare il 65%.
Per Lara Comi, europarlamentare uscente e candidata per Forza Italia alle elezioni del 26 maggio, “serve maggiore impegno per evitare un taglio netto alle risorse destinate alla Pac e ai fondi strutturali e per ottenere che anche i proprietari possano accedere alle misure ambientali del Psr”. Isabella Tovaglieri, candidata leghista alle europee, ha poi aggiunto che “è necessario sempre più lottare per tutelare e valorizzare l’identità territoriale della Lombardia e di Brescia in particolare”.

 

Di seguito i numeri inerenti alla stagione 2017-2018 del Sindacato Pta di Confagricoltura Brescia:

Numero Soci PTA al 31.12.2018: 790
Numero Contratti nell'anno 2017: 1.527
Numero Contratti nell'anno 2018: 1.384
Superficie affittata nell'anno 2018: 70.000 Ha pari a 215.000 pio' bresciani