Il presidente della sezione economica della produzione agro-energetica Pietro Caruna e il vice presidente Mauro Sossi.

Agroenergie

Il settore delle agroenergie continua a offrire buone risposte a chi ha creduto in questa direzione e oggi riesce a raccogliere i frutti della propria decisione anche se la gestione di questa attività è molto più complessa rispetto al passato a causa di una legislazione confusa e spesso incoerente tra i vari organi istituzionali. In tutto il 2017 si sono attesi gli interventi del decreto sul biometano, che ancora tardano ad arrivare e nel corso del 2018 si dovrebbero avere maggiori certezze che saranno tempestivamente inviate agli operatori degli impianti agroenergetici.

Per quanto riguarda il fotovoltaico, a fine 2016 erano installati in Lombardia 109.108 impianti per 2.178 Mw di potenza (dati GSE). Brescia vale il 2,2% della potenza nazionale (19.283 MW in Italia) e il 3,2% degli impianti nazionali (732.053 impianti in Italia). Nel 2017 si è registrato un aumento di potenza di circa il 5%. La Lombardia produce annualmente circa 2.180 GWh, Brescia 428,8 pariall’1,9% della produzione nazionale. Gli impianti afferenti al settore agricolo si distribuiscono principalmente al Nord; in particolare, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto rappresentano insieme circa il 40% degli impianti e il 39% della potenza del settore.

Dall’analisi della distribuzione regionale della produzione da biogas è evidente come l’Italia settentrionale fornisca il contributo predominante (81,2% del totale nazionale pari a 8.258,7 Gwh): la prima regione nazionale è la Lombardia, con il 33,8%. Brescia rappresenta il 4,8% .

Tra il 2003 e il 2016 in Italia l’elettricità generata con le bioenergie è cresciuta mediamente del 16% l’anno,,passando da 3.587 GWh a 19.509 GWh. La produzione realizzata provieneper il 42,3% dai biogas, per il 33,6% dalle biomasse solide (12,6% dalla frazione biodegradabile dei rifiuti e 21% dalle altre biomasse solide) e per il 24,1% dai bioliquidi. Particolarmente rilevante, negli ultimi anni, è la crescita della produzione da biogas, passata dai 1.665 GWh del 2009 agli attuali 8.259 GWh