news
Nuove restrizioni, ma gli agriturismi puntano sulla qualità dei prodotti delle aziende agricole. Vimercati: “Valorizziamo le nostre eccellenze agricole”
30/10/2020

Nuove restrizioni, ma gli agriturismi puntano sulla qualità dei prodotti delle aziende agricole. Vimercati: “Valorizziamo le nostre eccellenze agricole”

LO STOP IMPOSTO DAL GOVERNO METTE ANCORA PIÙ IN DIFFICOLTÀ IL SETTORE  

Nuove restrizioni, ma gli agriturismi puntano sulla qualità dei prodotti delle aziende agricole. Vimercati: “Valorizziamo le nostre eccellenze agricole”
Il presidente della sezione economica degli agriturismi di Confagricoltura Brescia chiede supporto da parte delle istituzioni ed un riconoscimento del valore dell’agriturismo in quanto azienda agricola che può fornire prodotti d’eccellenza e servizi di pernottamento in una fase sociale ed economica molto complessa per il Paese

Le nuove restrizioni introdotte con l’ultimo Dpcm hanno imposto un ulteriore brusco stop all’agriturismo e secondo Agriturist, l’associazione che riunisce gli agriturismi di Confagricoltura, il Decreto-legge “Ristori” non basterà, purtroppo, nemmeno ad attenuare i pesanti problemi economici del comparto.

Gianluigi Vimercati, presidente della Sezione economica degli agriturismi di Confagricoltura Brescia, evidenzia l’importanza di interventi strutturali in quanto “senza liquidità a fondo perduto il sistema agriturismo rischia di non farcela. Arriviamo da un semestre davvero complesso – spiega Vimercati – ed ora questa nuova situazione ci obbliga a fermare nuovamente le fattorie didattiche e la ristorazione. Servono infatti certezze in materia di cassa integrazione per i nostri dipendenti, indirizzare le risorse non spese del bonus vacanza verso operatori turistici e agrituristici, intervenire sulle tasse e sull’interesse dei mutui richiesto anche durante la sospensione”.

Il settore, però, punta anche da una rapida ripresa: “Noi imprenditori bresciani – afferma Vimercati - siamo sempre stati abituati ad affrontare con positività le difficoltà e in questo momento chiediamo a Regione Lombardia di poter facilitare non solo la vendita diretta dei nostri prodotti agricoli, ma anche di valorizzare i nostri agriturismi che, in questa stagione estiva, sono stati scelti e premiati dalle famiglie italiane come luoghi sicuri grazie agli ampi spazi che da sempre contraddistinguono le nostre cascine. Grazie al regolamento regionale potremo fare consegne a domicilio dei nostri piatti tipici. Gli agriturismi sono aziende agricole – dice ancora l’imprenditore agrituristico – ed allora perché non puntare sulla promozione dei nostri prodotti di eccellenza come olio, vino e salumi? Sul sito di Confagricoltura Brescia è già attiva l’iniziativa “Negozi a casa tua”: circa 30 aziende che possono vendere direttamente o consegnare direttamente a casa i propri prodotti. Auspico che le istituzioni sappiano raccogliere questa esigenza – conclude Vimercati -, per vincere la sfida attuale e resistere economicamente in questo periodo molto complesso, e soprattutto che tutti i bresciani riscoprano ed acquistino le nostre eccellenze agricole”.